Come riconoscere un buon tatuatore, consigli utili.

Quando si decide di fare un tatuaggio, che sia il primo o che sia l’ennesimo, si deve sempre tenere presente che ci si deve affidare a un professionista capace e competente. In molti hanno il proprio tatuatore di fiducia, ma se così non fosse l’importante è scegliere bene.

Del resto è noto che il tatuaggio deve essere fatto in totale sicurezza e, pertanto, non si deve guardare solo ed esclusivamente la bravura del professionista (che, intendiamoci, è fondamentale dato che si tratta di qualcosa di indelebile), ma è importante anche prendere in considerazione il fattore igienico e le precauzioni prese.

 

Non si tratta, quindi, di una decisione da sottovalutare, perché le conseguenze di una scelta superficiale potrebbero essere anche gravi. No alle valutazioni troppo superficiali, quindi, perché è importante scegliere con cura chi andrà a tatuare la pelle in maniera definitiva.

Un consiglio è quello di informarsi molto bene prima di decidere. Ad esempio, perché non scegliere un tatuatore in base alle esperienze positive che ha avuto una persona che si conosce? In questo modo si potrà anche vedere dal vivo un lavoro dello stesso e se ne potranno apprezzare le capacità artistiche. Inoltre, la persona di propria conoscenza potrà garantire anche che si tratta di un professionista che lavora in un determinato modo e rispettando tutte le norme igienico-sanitarie, che non si devono mai sottovalutare.

 

Come scegliere un buon tatuatore in base alle informazioni raccolte.

Se, invece, non si ha modo di parlare con nessuno o se la persona proposta non convince sino in fondo, un altro consiglio utile può essere quello di cercare sulle riviste di settore, che ospitano tanti professionisti affidabili e molto bravi. Altro consiglio estremamente utile è quello di fare sempre, soprattutto in caso di dubbio, una ricerca online, dalla quale è possibile trovare un’ottima soluzione per il proprio tatuaggio!

Tuttavia, è bene ricordare che dopo aver ricavato una lista di tatuatori, è importante fare una scrematura e, perché no, andare a visitare il tattoo shop per toccare con mano il lavoro degli stessi. Si devono prendere in considerazione soprattutto i fattori legati alle condizioni igieniche perché, come detto, sono la cosa più importante. Solitamente, gli shop di un bravo tatuatore sono ben allestiti e dotati di tutte le attrezzature necessarie. Inoltre, anche a prima vista, trasmettono sia una sensazione di pulizia che di privacy. Mai fidarsi di posti sporchi e malmessi perché si potrebbero avere brutte sorprese. Prendere delle accortezze da questo punto di vista è sempre molto importante perché, è bene sottolinearlo, fare un tatuaggio equivale a fare una “micro operazione”, dato che vengono utilizzati degli aghi.

 

No, quindi, ai tatuatori fai da te che operano in sottoscala o in locali sporchi: si devono scegliere solo ed esclusivamente professionisti del settore, riconosciuti e affermati. Questi sono anche i più bravi e i più capaci e sapranno consigliare al meglio in merito alla scelta del tatuaggio ideale, soprattutto se non si hanno le idee chiare. Scegliere un professionista, quindi, è una garanzia e permette di avere sulla pelle un disegno ben fatto, che sarà per sempre un bel ricordo.