In questa intervista vi spiego come secondo me sia il modo migliore per scegliere le dimensioni di un tatuaggio, come iniziare questo percorso e le valutazioni che potrete fare nel corso del tempo anche grazie al professionista a cui vi siete affidati.

Un approccio che io consiglio quando una persona comincia a tatuarsi è quello di farsi un tatuaggio in una zona dove si può controllare.

Se una persona fa un tatuaggio grande in una zona poco visibile, come può essere il braccio e la gamba, può decidere quando mostrarlo e quando farlo vedere.

Chi invece fa un tatuaggio, per quanto piccolo sia, in zone visibili come i polsi, le mani o il collo, si può trovare ad affrontare situazioni che adesso non immagina ma che possono portare imbarazzo.

Alcune volte, in alcuni ambienti, è necessario non mostrare i tatuaggi.

 

I tatuaggi in zone controllabili, il primo è meglio.

Consiglio quindi di fare tatuaggi in zone che sono controllabili e che quindi possiamo mostrare o no.

Una zona controllabile è qualsiasi parte del corpo che può essere coperta (grazie ad un indumento) in una situazione particolare che richiede una maggiore riservatezza.

Le zone incontrollabili sono quelle più esposte:

  • La zona del volto,
  • quella del collo,
  • e le mani.

Una volta che abbiamo raggiunto la giusta confidenza possiamo capire che tipo di rapporto avremo con i tatuaggi.

Valuteremo se volerlo poi in zone evidenti oppure in zone dove l’abbiamo già fatto.

In caso stiate decidendo per il vostro primo tatuaggio mi sento di sconsigliarvi fortemente di procedere su collo, braccia e mani.

Come già spiegato, anche se i trend sono in continuo cambiamento, la società odierna non è ancora pronta per accettare

  • in ogni contesto,
  • e su ogni tipo di persona,

un tatuaggio così decisamente esposto.

Il soggetto che viene tatuato gioca poi un ruolo fondamentale.

Una piccola lettera sul collo, seppur non accettata qualche decade fa, è socialmente ben vista e di moda.

Al contrario, un disegno troppo invasivo e colorato, nello stesso punto, potrebbe creare qualche perplessità a chi vi sta accanto in determinati ambienti lavorativi.

 

1 Comment

  1. Olɑ un mio collega mi ha sharato l’indirizzo di questo sito e sono venuta a
    vedere com’è. Mi piace рarecchio. Subito aggiunto trа i preferiti.
    Ѕplendido blog e grafica.

    Bravissimo tatuatore.

Lascia un commento